Mercato Cinese dell'Auto Industriale, Varie

Mercato Cinese dell’Auto


Mercato Cinese dell’Auto: Nuove Tendenze

Mercato cinese dell'auto

Mercato cinese dell’auto


Mercato cinese dell’auto: con l’impennata nelle vendite nell’ultimo decennio e la fortissima richiesta di modelli premium, soprattutto di importazione dalla Germania, ha rappresentato fino a ieri un mercato fiorente per molti costruttori europei.

Sembra però che ora la situazione sia giunta a una svolta e l’inversione di tendenza ha già messo in allarme le case automobilistiche europee: Norbert Reithofer, il Presidente di BMW AG, ha dichiarato in un’intervista che “margini e profitti si stanno sempre più assottigliando, seguendo inevitabilmente la normalizzazione del mercato asiatico.  I numeri registrati tre o quattro anni fa rimarranno solo un ricordo”. Una conferma del trend viene anche dai dati di vendita di Audi, Volkswagen e della giapponese Toyota.

Ciò che i consigli di amministrazione dei brand del lusso da New York a Francoforte a Tokyo, da anni presenti in Cina e abituate a trarre grandi profitti da questo mercato, sembra non avessero previsto è che i consumatori della nuova classe media cinese mostrassero prima o poi una preferenza per i brand “Made by China” (se non “Made in China“).
Come afferma l’analista Thomas Gatley di GaveKal Dragonomics in un rapporto appena pubblicato, le multinazionali occidentali potrebbero star già perdendo i consumatori cinesi su cui facevano conto per bilanciare il calo dei consumi in Europa e negli Stati Uniti.

E il mercato cinese dell’auto è emblematico della nuova tendenza.

Molti dei nuovi ricchi cinesi aspirano a possedere un SUV, ma mentre nelle prime fasi del boom SUV in Cina, i più venduti erano quelli prodotti da case straniere con joint ventures locali, le case automobilistiche cinesi stanno cominciando a recuperare il ritardo.

Nel primo semestre del 2015, le vendite di SUV a marchio cinese sono aumentate di circa il 30% contro il 12% per i marchi stranieri.

Si può discutere sui motivi che stanno spingendo i consumatori cinesi a rivolgersi sempre di più al mercato nazionale dell’auto, cioè a marchi come Great Wall Motors, JAC Motors, Changan Automobile Group e Landwind (creatore del clone cinese della Land Rover) Valore? Familiarità? nazionalismo? Ma la nuova tendenza è un fatto.

Tuttavia, al momento, e presumibilmente ancora per parecchi anni, le imprese cinesi, non disponendo di sufficienti capacità di ricerca e di sviluppo autonome, continueranno a dipendere dai produttori stranieri per l’accesso alle tecnologie più avanzate.

Mercato Cinese dell’Auto

Benché infatti i prodotti cinesi abbiano prezzi decisamente più bassi di quelli di importazione (un tornio a controllo numerico prodotto in Cina costa circa il  60% in meno di un tornio prodotto all’estero), la maggior parte delle imprese nazionali, anche quelle di proprietà statale, utilizza quasi solo macchine utensili importate.

Anche i robot e quasi tutti i macchinari che incorporano tecnologie avanzate sono di produzione estera. Le case automobilistiche cinesi devono inoltre confrontarsi con le difficoltà d’approvvigionamento in loco di materiali e semilavorati.
Conclusivamente il mercato cinese dell’auto resterà ancora per anni un mercato interessante per i produttori di componenentistica e di macchinari a tecnologia avanzata impiegati nella produzione di autovetture.

Mercato Cinese dell’Auto: Nuove Tendenze